Il Pan Pot Studio nato agli inizi degli anni 80 da un hobby "incontrollato" dei suoi fondatori: Antonio Bruno e Roger Celino.
Chitarrista, Antonio Bruno fa le prime esperienze di registrazione gi nei primi anni 70, ma solo dopo varie collaborazioni di rilievo (...suona in tournee con Zucchero, Anna Oxa, Cristiano Malgioglio ed altri...) decide di fondare il Pan Pot Studio.
La prima sede in campagna, a pochi chilometri da Brindisi.
Il primo registratore un 8 piste Tascam 80/8, il mixer un Cabotron customizzato.
Nel 1984 arriva finalmente il primo vero registratore : uno Studer A80 16 piste su 2". Era il tempo in cui si ricorreva spesso all'utilizzo di camere eco naturali (..un p scomode , ovvero "rumorose" ma di ottimo livello sonoro!).
Nel 1985 arriva il mixer Argentini EP 6000.
Il 1991 vede l'arrivo del 24 piste Sony MCI JH 24.
Nel 1993 si cambia sede. Ci vorranno pi o meno sette mesi di lavori ( ...e non vi dico cos'altro!) per ripartire.
La nuova control room fantastica, molto grande, ma soprattutto suona benissimo. Non ci sono pi i soliti problemi di intermodulazione, di sovrapposizione e contro fase tipiche degli ambienti molto piccoli, (... a pressioni sonore intorno ai 100 db!!!).
Nel 1995 arriva il mixer Amek M2500 con Optimix 2.
I monitor continuano ad essere i Westlake TLM 2 bi-amplificati . I finali Soundcraftsmen e Crown, i nearfield le classiche Auratone ed inoltre le Bose 205 per un ascolto HI/FI.

Antonio Bruno
Studio Manager